Martedì 4 Agosto 2020

LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Lamezia bene comune: fare rete tra esperienze positive in Calabria

2 min read
Lamezia bene comune: fare rete tra esperienze positive in Calabria

Riportare la politica nei territori e nei quartieri per riattivare la partecipazione dei cittadini alla cosa pubblica

Comunicato Stampa

Mettere in rete le esperienze positive già in atto in diversi comuni calabresi e che, anche in una fase storica di drammatica distanza dei cittadini dai partiti, hanno risvegliato nelle loro comunità la voglia di partecipare e di impegnarsi.

E’ il messaggio che gli esponenti dei movimenti di alcuni comuni calabresi hanno lanciato da Lamezia nell’ambito dell’incontro pubblico organizzato dal movimento “Lamezia bene comune”, che ha avviato una riflessione allargata a partire dall’esperienza di “Grande come una città”, movimento promosso dall’assessore alla cultura Christian Raimo nel III municipio di Roma che nel giro di un anno ha coinvolto centinaia di cittadini, dando vita a gruppi di lavoro e iniziative culturali sul territorio.

Ad introdurre la discussione, Daniela Grandinetti e Riccardo Piacente di “Lamezia bene comune” che hanno sottolineato il senso dell’iniziativa che “partendo dalla recente campagna elettorale qui a Lamezia, vuole iniziare a mettere in relazione le esperienze positive presenti in diverse realtà calabresi, condividendo valori e progettualità comuni. Anche noi, a Lamezia come in tutta la Calabria, dobbiamo avere il coraggio di osare, di superare localismi e provincialismi, e iniziare a costruire insieme.”

“La nostra recente campagna elettorale – ha evidenziato Rosario Piccioni – ci ha consegnato un messaggio chiaro, che come movimento vogliamo portare avanti nei prossimi anni: le energie sane, i giovani e i cittadini hanno voglia di partecipare, di mettersi in gioco per la comunità. E’ la politica che deve interrogarsi  sul perché i cittadini si si sono allontanati dai partiti e da certe logiche. E’ la politica che deve interrogarsi sul perché tantissimi cittadini lametini non sono andati a votare tanto al primo quanto al secondo turno.  L’esperienza dei movimenti di diversi comuni calabresi ci dimostra che è possibile superare quella “prossimità distante” che segna negativamente la nostra società, riportando la buona politica nei territori, nei quartieri, ripartendo dalle esigenze concrete dei cittadini”.

Hanno partecipato all’incontro, dando il loro contributo alla discussione e condividendo l’esigenza di fare rete tra le buone pratiche dei territori, Pietro Tarasi di “Cosenza in Comune”, Fausto Cordiano di “Rinascita per Cinquefrondi”,  Antonio Lo Schiavo di Progressisti per Vibo e Silvio Zizza del meet up lametino dei 5Stelle.

A raccontare le diverse sfaccettature dell’esperienza di “Grande come una città”, attraverso dei video realizzati appositamente per il pubblico lametino, il promotore del movimento Christian Raimo e gli esponenti Valerio Gatto Bonanni, Debora Zamillo, Silvia Baralla, Laura Taradel.