Martedì 4 Agosto 2020

LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Lamezia: Cambio ai vertici Fidapa, Enza Galati nuova presidente

4 min read
Fidapa-LameziaTermeit

Enza Galati, Angela De Sensi Fontera

Passaggio delle consegne alla nuova presidente Enza Galati

LAMEZIA. Tanti erano i presenti ieri, in un hotel del centro lametino, alla “Cerimonia di passaggio delle consegne” che ha visto un cambio ai vertici della Fidapa – BPW Italy sezione di Lamezia Terme.

Fidapa-Enza Galati
Francesca Spagnulo, Giusy Porchia, Enza Galati, Angela De Sensi Frontera, Paolo Mascaro, Antonello Torchia

L’avvocato Enza Galati è la nuova presidente Fidapa per il biennio 2017/2019 e succede alla past presidente la professoressa Angela De Sensi Frontera.

A presentare e moderare la cerimonia d’insediamento il giornalista Antonello Torchia, con l’intervento della presidente del Distretto Sud Ovest Giusy Porchia, il sindaco di Lamezia Terme Paolo Mascaro e la professoressa Francesca Spagnulo.

Dopo aver ascoltato i tre inni italiano, europeo e quello della Fidapa, il giornalista Torchia ribadisce come la Federazione sia “un movimento di opinione indipendente che cerca di radicare nel territorio, con sempre maggiore incisività, la cultura della partecipazione e del confronto. In Italia ha circa 11 mila socie e la sua attività è articolata in trecento sezioni distribuite sul territorio nazionale, raggruppate in sette distretti”.

Compito della Fidapa, riportato dall’articolo 3 dello statuto, infatti indica quale scopo quello di promuovere, coordinare e sostenere le iniziative delle donne che operano nel campo delle arti delle professioni e degli affari. Tra gli obiettivi al primo posto vi è quello della valorizzazione delle competenze delle socie, adoperarsi per rimuovere ogni sorta di discriminazione, ancora troppo radicata nella fitta trama della società odierna e approntare una serie di iniziative volte al supporto delle donne che subiscono violenze, fisiche e psicologiche, tra le quali un telefono ‘antiviolenza’, attivato e disponibile nella sede dell’associazione.

La parola passa poi ai saluti istituzionali ed ai dovuti ringraziamenti della past presidente Angela De Sensi Frontera che, con il supporto di un video corredato da foto, ci ha proposto con orgoglio un excursus su alcune delle tante iniziative portate avanti dalla Fidapa durante questi anni di attività, essendo quello dell’associazione un percorso sempre ricco di progetti in continuo divenire.

“”Procediamo insieme con lealtà” è stato il mio motto – ripete la presidente uscente -, la lealtà indispensabile nei rapporti interpersonali e di un’associazione come la Fidapa che nello statuto si è definita movimento di opinione indipendente che vuole  perseguire i suoi obiettivi in modo corale, che intende evolvere e maturare con l’apporto costruttivo e propositivo di tutte, vivendo e condividendo le esperienze culturali”.

“Essere socie Fidapa in questa fase storica – continua – significa essere socie attive, persone pensanti con la propria testa e capaci di usare pubblicamente la propria ragione per fare sentire la voce e il punto di vista della donna. Essere donna oggi vuol dire partecipare alla vita sociale per contribuire con il proprio pensiero alla formazione dell’opinione di chi detiene il potere decisionale.

“Fare cultura – conclude – significa allargare i propri orizzonti ma anche informare e formare gli altri, in particolare le nuove generazioni. Oggi l’associazione ha cinque socie young, la più piccola ha 22 anni”.

È il momento della cerimonia ufficiale del passaggio delle consegne e dello scambio di alcuni pensieri, seguiti dal discorso dei saluti precisi e concisi della neo insediata alla presidenza Fidapa Enza Galati. In particolare un sentito ringraziamento è stato rivolto al sindaco, sempre costante e presente nella sua partecipazione alle iniziative ed ai presidenti dei vari club ed associazioni lametine.

“Cercherò di svolgere il mio incarico con grande entusiasmo – dice la Galati -, sarò aperta alle vostre cortesi e gradite critiche, sicura che saranno sempre costruttive ed intente a migliorare il nostro operato. Intendo avviare un lungo percorso all’insegna della collaborazione nel comune intento di realizzare gli scopi e i valori della nostra associazione, con uno sguardo al ricambio generazionale che ci deve essere, è importante avviare nuove cose”. Rivolgendosi in seguito alla rappresentante distrettuale Giusy Porchia: “Giusy ti vogliamo sempre al nostro fianco perchè è nostro desiderio collaborare con il distretto”.

Il nuovo comitato della Fidapa sezione di Lamezia Terme è quindi composto dalla vicepresidente Francesca Spagnulo, dalla segretaria Elisabetta Priolo, dalla tesoriera Nella Scaramuzzino.

Vari saranno i temi che il direttivo e la Federazione tutta andranno a trattare in questo biennio: la qualità della vita, il mondo dell’infanzia, il tema nazionale rivolto alla creatività femminile, cultura ed innovazione, motori dello sviluppo socio economico.

Augurio finale del primo cittadino Paolo Mascaro che ricorda “i tanti eventi che hanno lasciato qualcosa in ognuno di noi”.

“Dobbiamo seminare una terra che è arida – dichiara il sindaco-, che stenta comunque a recepire ciò che è cultura, sensibilità, amore e passione. Vedo una comunità che non cresce, ma vedo anche un fermento positivo dell’associazionismo. Voi sapete incidere in quello che può essere il motore culturale di trasformazione di un territorio. Mi emoziono nel vedere che si vuole trasformare questa terra”.

“Fondamentale – conclude -, che voi sappiate lavorare per la qualità della vita a 360°. La qualità della vita è riuscire ad incidere culturalmente affinché tramite l’apprendimento culturale si sappia vivere la vita. Riusciamo a crescere delle generazioni che sappiano stare sempre con la schiena dritta e lo sguardo alto”.

V.D.