Lamezia, i docenti del liceo Campanella aderiscono al “Teacher pride”

In Attualità On
- Updated

LAMEZIA. “I docenti del liceo Campanella di Lamezia Terme, esprimono la loro solidarietà alla professoressa Rosa Maria Dell’Aria, convinti che l’azione punitiva da lei subita abbia leso i principi fissati negli artt. 21 e 33 della nostra Costituzione. Riteniamo che l’azione punitiva in questione metta a rischio per ciascun cittadino e insegnante il rispetto dei diritti costituzionalmente sanciti di libertà di pensiero, parola e insegnamento. Pertanto i docenti del liceo aderiscono al ‘Teacher pride’, lanciato dal liceo Anco Marzio di Ostia. Domani, martedì 21 maggio alle 11, ogni insegnante, studente, cittadino che voglia riaffermare la libertà di pensiero e di insegnamento, dovunque si trovi, interromperà le proprie attività, si metterà in piedi e leggerà di seguito gli articoli 21 e 33 della nostra Costituzione. Educare alla libertà non può e non deve essere impedito nella scuola pubblica di un paese democratico che si regge su uno stato di diritto”.

Rosa Maria Dell’Aria, docente d’italiano dell’Iti Vittorio Emanule a Palermo che è stata sospesa per due settimane dall’ufficio scolastico provinciale. La professoressa è stata sospesa perché non avrebbe vigilato sul lavoro dei suoi studenti 14enni che nella Giornata della memoria avevano presentato una videoproiezione nella quale si accostava la promulgazione delle leggi razziali del 1938 al decreto sicurezza del ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Articoli Correlati

Rosarno (RC). ‘Ndrangheta, sequestrati beni per 1,1 Milioni di euro

Sigilli ad azienda agricola, bar e terreni con sovvenzioni Ue (altro…)

Read More...

Abate (M5S): SS106, disponibile a partecipare al tavolo dei sindaci

Ss 106: dopo aver portato, in sinergia con le altre istituzioni, il Frecciargento nella Sibaritide, il mio impegno sul

Read More...
sala napolitano

Lamezia, scioglimento per mafia: il Consiglio di Stato rimanda la decisione

LAMEZIA. Terzo scioglimento per mafia del Comune di Lamezia Terme, sentenza rimandata: il Consiglio di Stato discute la causa

Read More...

Mobile Sliding Menu