LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Lamezia. I volontari di Protezione civile in prima linea nella lotta al Covid

2 min read

LAMEZIA. Volontari di Protezione civile in prima linea nella lotta alla pandemia.

Proprio ieri nel piazzale dell’aeroporto i volontari hanno montato 6 tende dove si potranno effettuare i tamponi per verificare l’eventuale positività al Covid. A collaborare con i volontari lametini gli altri operatori della FIR-CB CALABRIA arrivati da Belvedere, Catanzaro e Bova Marina.

“Tutte le attività del volontariato di protezione civile sono assolutamente a titolo gratuito – sottolinea il responsabile di Protezione civile Luigi Ruberto – il volontario ci rimette tempo, fatica e spesso anche soldi ma sentirsi dire ‘grazie’ per quello che si sta facendo, non ha prezzo! Quello è il migliore compenso. Dopo più di un anno, stiamo ancora combattendo per sconfiggere questo mostro invisibile e noi non ci siamo tirati indietro mai – rimarca ancora Ruberto – in questo periodo particolare e difficile per tutti”.

Dal febbraio 2020 i volontari di Protezione civile si sono attivati per il sostegno alla popolazione, dapprima nel periodo di lockdown, portando aiuti alla persona; poi continuando a soddisfare le diverse esigenze che si manifestavano in base all’evolversi della situazione. I volontari hanno iniziato con il montaggio tende pre-triage nel piazzale del pronto soccorso all’ospedale Giovanni Paolo II. Poi è seguita l’attività di segreteria in Regione, che ancora contnua; in seguito sono stati realizzai aiuti sul territorio in supporto delle autorità; sono state espletate richieste di montaggio di ulteriori tende, presidi momentanei per la tutela sanitaria.

L’impegno della Protezione civile continua con la grande opera di assistenza all’utenza per la somministrazione del vaccino anti-Covid, sempre all’ospedale di via Perugini. “Tutto questo lo facciamo con il cuore – afferma Ruberto – mettendo la sola passione che contraddistingue un vero volontario. Gratuitamente. “Ogni giorno, tutti i giorni ormai dal quel febbraio 2020, dopo le nostre normali attività, indossiamo tutti una bellissima casacca ed un sorriso e ci mettiamo al servizio delle persone. Red.

 

Click to Hide Advanced Floating Content