LameziaTerme.it

Il giornale della tua città



Nuova tappa per il duo Mastroianni-Affuso, autori di “A un passo da te”

2 min read

Un esperimento, un gioco, un salto nel vuoto che si è concretizzato in una grande sorpresa per i due blogger e scrittori

Può un romanzo scritto dieci anni fa risultare ancora attuale, anzi oggi più attuale che mai? La risposta a questa domanda si è palesata in pieno lockdown, con l’incontro virtuale con gli autori di “A un passo da te”, romanzo scritto a quattro mani dalla lametina Jessica Mastroianni e dal napoletano Marcello Affuso. Due sconosciuti che si sono incontrati in rete e hanno realizzato il sogno di una vita senza mai incontrarsi.
Un esperimento, un gioco, un salto nel vuoto che si è concretizzato in una grande sorpresa per i due blogger e scrittori, invitati in questi anni nelle scuole di tutt’Italia per far conoscere l’altro volto dei social network e l’immane potenza del web.
Il loro romanzo è capitato anche tra le mani della Dirigente Scolastica Prof.ssa Angela De Carlo, che ha fortemente voluto conoscere i due giovani dopo aver letto le loro pagine e, in tempo di pandemia, ha voluto inebriare i propri studenti con la positività di Jessica e Marcello nell’istituto Borrello Fiorentino che all’epoca dirigeva.
Quella presentazione ha messo in luce la peculiarità di questo libro, in cui l’invito è spesso quello di superare le distanze, proprio come hanno fatto i due giovani scrittori che, attraverso l’arte e le passioni condivise, hanno realizzato insieme la loro opera prima e l’hanno raccontata ai ragazzi dell’istituto lametino durante un dibattito interessante, ricco di stimoli e riflessioni.
Il netto miglioramento della situazione epidemiologica e la fine della dad ha riportato centralità sul bisogno di controfirmato e di cultura. E così la Dirigente Scolastica Prof.ssa Angela de Carlo (preside ora dell’Istituto D’Istruzione Superiore di Amantea) ha deciso di riproporre, questa volta in presenza, l’incontro con Jessica Mastroianni e Marcello Affuso, che venerdì 12 novembre saranno i protagonisti di uno dei numerosi “Cenacoli gravitazionali” che stanno arricchendo la comunità territoriale.