LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Cucina tipica calabrese: maltagliati con i ceci

2 min read
Ricetta maltagliati con i ceci

I maltagliati con i ceci sono un piatto tipico della cucina calabrese, una pietanza semplice e genuina che la tradizione popolare affianca alla festa del papà del 19 marzo.

 

Il significato dei maltagliati con i ceci

La pasta fatta in casa con i ceci (possibilmente cotti sul fuoco casalingo e non comprati già lessati) è il primo piatto simbolo di una festa che in tempi passati celebrava il pater familias, il capo-famiglia attorno a cui ruotava la vita di moglie e figli.
Oggi il significato della festa ha sicuramente un significato diverso. Così come è mutato il concetto di famiglia unitamente alle relazioni fra i vari membri del nucleo familiare, ma la bontà della pasta e ceci rimane un must per chi vuole riscoprire antichi e gustosi sapori.

Ingredienti (per 6 persone):

  • 400 g di farina
  • 100 g di semola
  • 500 g di ceci lessati
  • 1 dl di salsa di pomodoro
  • cinque uova
  • olio extra vergine d’oliva
  • sale q.b.
  • uno spicchio d’aglio
  • un cipollotto fresco
  • un gambo di sedano
  • un rametto di finocchio di timpa
  • pepe nero q.b.

Pasta maltagliati con i ceci

Procedimento:

Per lessare i ceci secchi: metterli ammollo in acqua la sera prima dell’utilizzo. Prima di cuocerli, sciacquarli e successivamente metterli sul fuoco in una pentola capiente con abbondante acqua. Farli cuocere a fuoco lento e aggiungere il sale alla fine in modo che i ceci non si induriscano.

Unire la farina e la semola in una ciotola e aggiungere le uova con un pizzico di sale. Creare un impasto omogeneo e lasciarlo riposare per qualche minuto. Nel frattempo preparare il sugo con i ceci.
Fare un battuto con l’aglio, il cipollotto (o la cipolla bianca) e il sedano e soffriggere a fuoco lento in un tegame di terracotta. Al soffritto aggiungere la salsa di pomodoro e fare cuocere a fuoco lento, aggiungere i ceci lessati e una spruzzata di pepe nero e completare la cottura.
Stendere la pasta con un mattarello o con una macchinetta per la pasta; dopo aver steso la sfoglia formare tante tagliatelle e, in seguito, tagliarle ancora in maniera irregolare e asimmetrica in modo da formare i maltagliati (letteralmente tagliati male). Lessare dunque la pasta in una pentola grande con abbondante acqua già salata.
A metà cottura passare la pasta nel tegame di terracotta per completare la cottura; aggiungere del finocchietto di timpa per dare ulteriore profumo alla pietanza. Servire i maltagliati con i ceci nelle ciotole di terracotta con altri rametti di finocchietto per abbellire il piatto.

Leggi anche la ricetta delle zeppole di San Giuseppe.

Giovedì gnocchi è la rubrica gastronomica di LameziaTerme.it aperta a tutti. Chiunque volesse proporre nuove ricette non esiti a contattarci all’indirizzo e-mail lameziatermeit@gmail.com oppure tramite i nostri canali social.

Redazione